giovedì 29 marzo 2012

Violette candite



Rubrica: In cucina con dolcezza e fiori
Violette candite


Pochi giorni fa avevo detto che quella sarebbe stata l'ultima ricetta per chiudere momentaneamente la rubrica sui fiori, ma esistono le sorprese, gli imprevisti piacevoli, proprio come questa nuova ricetta: Violette candite, rare, belle, colorate e delicatamente zuccherate. Da anni speravo di poterne assaggiare una, non sono facili da trovare in vendita, ma chiunque abbia avuto la fortuna di trovarle in vendita sarà a conoscenza del loro costo parecchio elevato, mi sembra chiaro, sono una piccola rarità! Ho avuto la fortuna di riceverne in regalo, direttamente dal suo giardino, con l'onore di raccoglierle in prima persona, dalla mia cara amica Clorinda. Ero emozionatissima, finalmente avrei potuto realizzare in casa e in modo del tutto naturale questi prelibati fiori canditi. Esistono varie tecniche per candire i fiori, ma io ho preferito in assoluto la versione realizzata con albume e zucchero. Navigando sul web ho scoperto che quelle in vendita, non sono poi del tutto naturalissime, viene utilizzato del colorante viola per colorare lo zucchero e l'aggiunta di essenza di violetta. Esistono procedure sia lunghe che brevi, ma in entrambi i casi sappiate che dovrete armarvi di molta pazienza perché i petali sono delicatissimi e vanno maneggiati con molta cura.


Ingredienti:
- 40 violette appena raccolte
- zucchero semolato q.b.
- 1 albume d'uovo
Lavate le violette e lasciatele asciugare. Battete leggermente l'albume, cercando di non far formare la schiuma ed immergete tutta la violetta delicatamente, facendo scivolare via l'albume in eccesso. Ricoprite di zucchero semolato cercando di far mantenere la forma alla violetta, quest'operazione è molto delicata, quindi fate attenzione. Disponete le violette ad asciugare su carta forno, in ambiente asciutto e ventilato e attendete 24 ore circa, si asciugheranno e diventeranno ben solide e croccantine! 



Consigli dolci:
Appena pronte, le vostre violette si conserveranno a lungo, anche per qualche anno, chiuse in una scatola di latta. Utilizzatele per guarnire i vostri dolci o semplicemente da gustare come fossero caramelle, accompagnandole ad un tè. Non vedo l'ora di decorare il prossimo dolce.


Siete pronti a scoprire le prossime ricette?


A presto,


Virginia

14 commenti:

  1. Bellissime!!
    In giardino ne ho tantissime, voglio proprio provare a farle!!

    RispondiElimina
  2. Ma sono una meraviglia!!! *_*
    Un bacio cara ^^

    RispondiElimina
  3. Fantastiche queste violette!!!!

    RispondiElimina
  4. Ma che belle!!! Sono curiosa di sapere che cosa ci preparerai la prossima volta!!!

    RispondiElimina
  5. Assolutamente meravigliose!!!!!bravissima cara!!!un bacio

    RispondiElimina
  6. Ed io non vedo l'ora di vedere il tuo prossimo dolce decorato con queste meravigliose violette....sono splendide :)

    RispondiElimina
  7. Bellissime!! questa ma la segno, voglio assolutamente provarle!

    RispondiElimina
  8. sono fantastiche! Le proverò un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Bellissime, complimenti. Se passi da me c'è una piccola sorpresa :-)

    RispondiElimina
  10. Ciao Virginia, lieta di conoscerti, grazie di essere passata dal mio blog, contraccambio aggiungendomi anche io ai tuoi follower, con molto piacere.
    ti invito, se ti fa piacere, a partecipare al mio nuovo contest:
    http://batuffolando.blogspot.it/2012/03/contest-dal-piemonte-alla-sicilia.html

    RispondiElimina
  11. trovarle, le violette...
    sono spettacolari, sono rimasta a bocca aperta appena le ho viste, molto eleganti!
    brava virginia!

    RispondiElimina
  12. me le comprava sempre mia nonna quand'ero piccola..che ricordi..grazie!

    RispondiElimina
  13. Bellissime! aspetto di vedere il dolce decorato con questi fiorellini, sarà sicuramente stupendo. Monica

    RispondiElimina
  14. Hai fatto un capolavoro, brava! E grazie di esserti unita ai miei lettori.

    RispondiElimina