venerdì 2 marzo 2012

Traditional Soda Scones - Scones tradizionali irlandesi, inglesi o scozzesi?


Scones irlandesi, inglesi o scozzesi? Un bel dilemma!


Entrambi si contendono la creazione di questi dolcetti, che pare abbiano origini molto antiche. Una leggenda parla di un re scozzese, che venne incoronato in una città di nome Scone, vicino un'abbazia, mentre era seduto su di una pietra tonda che secondo lui gli portò fortuna. Da quel giorno ogni re volle essere incoronato in quel luogo e seduto su quella pietra, che fu chiamata "la pietra del destino". Il fascino di una leggenda, racchiude in se un pizzico di magia e mistero, la stessa magia che trasmettono quei bellissimi luoghi. Anche se non ho ancora visitato la Scozia e l'Irlanda, ho avuto modo di visitare un piccolissimo angolo di Inghilterra. Come rimanere indifferenti a tutte quelle distese verdi, i castelli, le case in stile vittoriano, i fiori e i dolcetti per l'ora del tè? Ricordo di aver bevuto un ottimo tè biologico in foglie, in una piccola e deliziosa sala da tè in stile shabby, nella quale si potevano annusare e guardare le miscele prima di sceglierle. Inizialmente avrei scelto tutte, erano così attraenti quei colori, i petali dei fiori, le spezie; Alla fine ricordo che scelsi una miscela di tè verde bancha (con foglie pressate) petali di rose, lavanda, e dei frutti essiccati di cui non ricordo il nome. Ad accompagnare quel tè delicatissimo scelsi di assaggiare queste focaccine dolci, gli scones, che mi vennero serviti con double cream (doppia panna) e strawberry jam (confettura di fragole) erano davvero deliziose, tanto che a distanza di tempo, la nostalgia mi ha portata a provare di riprodurli in casa! Non siete curiosi di sapere quale altro dolcetto ho mangiato dopo i miei scones? Pensavate mi fossi limitata solo a queste dolcezze?! Insieme al tè mi servirono dei biscottini semplici al burro, ma io non resistetti proprio ad un'alzatina da dolce che faceva capolino nella piccola vetrina vicino la cassa, nella quale c'era sopra un'irresistibile devil's food cake, avete capito di quale torta parlo? Una layer cake con tanto cioccolato che presto preparerò, non posso astenermi dal cioccolato, se questa torta ha riscosso parecchio successo nel Mondo, un motivo ci sarà! E'davvero favolosa sia nell'aspetto che nel gusto. Ma adesso torniamo agli scones: vi ho parlato della leggenda scozzese, ma è giusto aggiungere che il loro nome pare abbia anche origini olandesi e tedesche, quindi di preciso non si conosce il luogo d'appartenenza. Solitamente nell'impasto vengono aggiunte delle uvette essiccate (facoltative), ma facendo delle ricerche, in passato venivano preparate con aggiunta di farina d'avena integrale. Io personalmente in Inghilterra le ho mangiate sia con le uvette che senza e mi piacciono in entrambe le versioni.
Adoro preparare dolci riscoprendo dei sapori un po' antichi, utilizzando farine e zucchero integrali. Per questa ricetta mi sono voluta ispirare alla ricetta che io ritengo più fedele a quelli che si preparavano centinaia di anni fa, quando ancora non esistevano lieviti chimici, si usavano le farine integrali e questi dolcetti venivano cotti in delle piastre roventi, in antiche cucine a legna o in forni a pietra e con quel profumo di legna che bruciava e si consumava lentamente, di sicuro conferivano all'impasto una nota lievemente affumicata naturale così piacevole al palato da renderli unici.


Ingredienti:


- 300g di farina 00
- 100g di farina di avena integrale
- 2 cucchiaini scarsi di bicarbonato
- 1/2 cucchiaino di sale
- 70g di burro
- 80g di zucchero di canna
- 250ml di latticello


Qualcuno si chiederà cosa sia il latticello e dove procurarlo. 


Il latticello è quel liquido che resta dopo la separazione della parte grassa quando si prepara il burro. Potrete farlo anche in casa, visto che non è comune trovarlo nei supermercati, visto che in Italia è poco usato nelle ricette, vi assicuro che esso è indispensabile per dare un'incredibile morbidezza agli impasti. Se desiderate prepararvi il burro in casa, basterà montare la panna fresca fino al punto in cui essa "smonterà" a quel punto non abbiate paura, la parte grassa si separerà e resterà un liquido, quello sarà il latticello che potrete utilizzare in questa ricetta. La parte grassa invece, dopo averla filtrata dal liquido, sarà il vostro burro, compattatelo e avrete il vostro panetto! 
Per ottenere 250ml di latticello e 250g di burro, vi serviranno 500ml di panna fresca. E' semplicissimo e sarà una bellissima soddisfazione preparare in casa il vostro burro. Provate e fatemi sapere! 
Per preparare gli scones basterà impastare tutti gli ingredienti in una ciotola e aggiungere poco per volta il latticello fino ad avere una consistenza morbida e non troppo appiccicosa, se riterrete opportuno aggiungere altro liquido, aggiungete del latte. Una volta formato il panetto, fatelo riposare per 30 minuti circa, dentro la ciotola, coperto da un tovagliolo di cotone, al fresco. Trascorso il tempo, stendete l'impasto con uno spessore di 2cm circa e con un taglia pasta create i vostri scones. Spennellate la superficie con il latticello se vi è avanzato, aiuterà ad avere una superficie dorata e croccante.
Infornate a 170' per 20 minuti circa. La consistenza degli scones è un misto tra un biscotto morbido e una focaccina. Chiusi in una scatola di latta si conservano bene per qualche giorno.


Per un tea time in pieno english style, accompagnate i vostri scones con della confettura di fragole e panna fresca lievemente montata (loro utilizzano la doppia panna, che è molto più gustosa della nostra, ma anche più grassa e qui in Italia non è facile da trovare) oppure un'altro accompagnamento tradizionale è questa delicatissima crema inglese al limone che ho utilizzato io, diversa dalla nostra classica crema pasticcera, molto più profumata e di consistenza più morbida, si chiama Lemon Curd ed è anche definita Lemon Cheese, per il suo sapore acidulo che ricorda quasi un formaggio cremoso, quello usato nella cheesecake.
Dopo averla preparata ne è avanzata un pò, la conservo in frigo e sarà il mio ingrediente base per il dolce di domani. Spero di avervi incuriositi! Al prossimo dolce!

16 commenti:

  1. Buonissimi!!!
    Complimenti! Ciao

    RispondiElimina
  2. Ma che buoni! E poi non conoscevo la leggenda degli Scones: grazie! :D

    RispondiElimina
  3. Spettacolari. Grazie per la storia. Adoro gli scones...Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  4. Che buoni! E grazie per i consigli su burro e latticello!

    RispondiElimina
  5. Sei bravissima Virginia!!!squisiti e bellissimi!!!

    RispondiElimina
  6. ma il tuo blog è super carino!!! mi piacciono molto le coccarde che dividono le tipologie di ricette.. brava!!!

    RispondiElimina
  7. Grazie!
    @ Laura: ho pensato sia un consiglio utile per tutti, preparare il burro in casa per ottenere il latticello, visto che è difficile trovarlo in commercio. Spero sia una ricetta utile a tutte le bloggers e non che passeranno di qua:)

    RispondiElimina
  8. bellissimi e con questa cremini, strepitosi. Buon weekend Giorgia & Cyril

    RispondiElimina
  9. Oh mamma mia, con quella crema che cola è pura goduria!

    RispondiElimina
  10. fai sempre delle foto bellissime!

    RispondiElimina
  11. Virgi...ma dai...la ricetta del latticello! sei una santaaaaaaaaa!!!!!
    ovviamente complimenti come sempre..saranno deliziosi..si vede ;)

    RispondiElimina
  12. Che buoni!! E' vero il burro home made è tutta un'altra cosa! Grazie per la visita, da oggi ti seguo anch'io! ^_^ Il tuo blog mi piace tantissimo! Ora me lo spulcio tutto da cima a fondo! :D
    A presto!
    Laura

    RispondiElimina
  13. Mi sono messa nei panni di chiunque come me era alla ricerca di questo "benedetto" latticello e viste le difficoltà nel trovarlo, ma anche nel trovare una ricetta giusta ho ritenuto opportuno postarla per il bene di tutti e tutte!
    E poi il burro fatto in casa, una vera delizia! Se vi piace l'argomento fai-da-te, ho in mente un bel pò di ricette e presto vi farò sapere come preparare in casa una veloce ricottina!

    RispondiElimina
  14. grazie di essere passata così ti ho conosciuta! e che bel blog, davvero British... a presto mony

    RispondiElimina
  15. Che meraviglia!! Leggerti é sempre un piccolo piacere quotidiano!

    RispondiElimina